XtWinPlus3 Pronto per Windows

Windows 10 è arrivato anche in casa Vivaldi!  Il nostro XtWinPlus 3, già compatibile con qualsiasi piattaforma Windows (windows 9x, XP, 7, 8  sia a 32 che a 64 bit), ora è disponibile anche con la versione di Windows 10.

 

Per mettere a proprio agio i nostri Clienti, pubblichiamo alcuni suggerimenti tratti dal web

Per i nostri Clienti:  3 motivi per aggiornare

1. Risparmio di denaro: Finalmente, dopo secoli in cui tutti si sono sempre lamentati dei costi delle licenze di Microsoft… ecco che arriva il sistema operativo gratis (se aggiorni entro 12 mesi dal lancio 8/2015).

Quale migliore occasione per un’azienda che vuole risparmiare pur restando aggiornata tecnologicamente? Ogni lasciata è persa: aggiorniamo!

2. Un Windows per tutti: un unico Windows che gira su desktop, laptop, smartphone e tablet. E le applicazioni di adattano automaticamente al dispositivo che le sta ospitando. Utenti mobili? Utenti fissi? App aziendali? Se c’è l’esigenza di standardizzare la gestione, Windows 10 è una buona occasione: Aggiorniamo!

3. Aumento di produttività: a parte le novità dei desktop multipli, del nuovo browser veloce e della sicurezza migliorata c’è un altro motivo per andare su Windows 10. Tutti oggi usiamo oltre al pc anche dati nel cloud e smartphone e spesso si pone il problema di interconnettere tuti questi strumenti. Windows 10 include un’App che permette di lavorare in modo “continuato” fra smartphone e computer: si possono vedere sul PC le foto scattate con cellulare Android o ascoltare un podcast memorizzato su OneDrive… Insomma un connettore che riunisce più oggetti e li rende fruibili ovunque. Non male: aggiorniamo!

3 motivi per non aggiornare

1. Un’azienda cavia: vale la pena? Un sistema operativo giovane porta con sé inevitabilmente difetti e vizi di gioventù… perché fare da cavia spontaneamente? Come funziona davvero il patching in ambiente aziendale? Gli strumenti RMM o i tool di gestione IT e di controllo remoto sono già tutti pronti per supportare Windows 10? Andiamo avanti con Windows 7 e 8 che ormai li conosciamo. Troppe incognite: meglio non rischiare e rimandare l’aggiornamento a fra qualche mese!

2. Aggiornamenti garantiti per i “vecchi” sistemi operativi: si, certo, Windows 10 è appena arrivato e avrà lunga vita. Ma anche se hai Windows 7 e Windows 8 non sei messo male. Il supporto per questi sistemi operativi è garantito fino al 2020 e 2023 rispettivamente. Sei al sicuro in una botte di ferro: non si aggiorna!

3. Periferiche vecchie: hai vecchi scanner o plotter? Hai macchine fisiche da governare via seriale o via USB? Non è detto che Windows 10 le supporti ancora. Le periferiche non supportate non sono solo uno spauracchio da giornalisti o blogger, esistono davvero. Un esempio? Il monitor Dell S2240T: non è supportato da Windows 10. È necessario fare una verifica accurata sulla disponibilità di driver aggiornati e specifici per Windows 10. E mentre fai la ricerca… non si aggiorna!